Coordinamento delle associazioni di volontariato Socio Sanitarie Matera


Vai ai contenuti

Festa del Volontariato 2008

da "Volontariato" (n. 5 / maggio 2008)

“Volontariato in piazza”
Prima Festa delle Associazioni di Volontariato della Provincia di Matera
24 e 25 maggio 2008
P.zza San Giovanni Matera
Manifestazione proposta dal CSV Basilicata

di Vanessa Nicoletti

“Volontariato in Piazza”: questo il titolo scelto per la manifestazione svoltasi il 24 e il 25 maggio 2008 a Matera, ed è già implicito nella sfera semantica della scelta lessicale operata il senso che si è inteso conferire all’evento. Un accostamento quasi pleonastico quello che mette insieme i termini “volontariato” e “piazza”: la forza pulsante della società, l’espressione più alta dell’impegno civico in ogni forma di convivenza che possa realmente definirsi civile, ha nella piazza, intesa come punto nevralgico di incontro e di snodo degli interessi di una comunità, la sua cornice naturale.
Ciò tuttavia non è sempre riscontrabile nella realtà e nella quotidianità che ci circonda, dove logiche legate ad interessi abbastanza distanti dal bene comune, sembrano prendere, anche visivamente, il sopravvento su tutto il resto.
“Riappropriarsi” della città, dare visibilità all’impegno profuso da centinaia di volontari in un’occasione di incontro e di confronto con la cittadinanza: questa è l’esigenza che il CSV Basilicata ha riscontrato nel suo costante contatto con le realtà associative presenti sul territorio, i cui bisogni rappresentano un punto di partenza imprescindibile nella programmazione di volta in volta messa in campo. Il CSV Basilicata ha dunque organizzato la Festa del Volontariato nella consueta ottica di favorire le Organizzazioni di Volontariato nei loro percorsi di crescita e di consolidamento nei contesti di riferimento, scegliendo come tipologia di manifestazione la “festa” per la forte valenza aggregativa in essa implicita e per l’elevata capacità di attrazione della cittadinanza.
La Festa del Volontariato rappresenta la concretizzazione di una necessità fortemente avvertita dalle associazioni e lo sforzo organizzativo che ha impegnato lo staff del CSV nella realizzazione dell’evento è stato ampiamente ripagato dal successo registrato e dalle numerose richieste, già pervenute da più parti, di replicarlo il prossimo anno.
Il suggestivo scenario di piazza San Giovanni ha fatto da sfondo alla manifestazione che ha visto protagoniste le circa sessanta associazioni partecipanti, molte delle quali di Matera, ma con una buona affluenza anche dalla Provincia. Nell’aderire all’evento, tali associazioni hanno colto un’insostituibile opportunità di promozione e di testimonianza del radicamento nella comunità, oltre che di conoscenza e scambio con altre realtà operanti sul territorio, all’insegna della reciprocità e della prospettiva di possibili collaborazioni future.
Certamente non di secondaria importanza è risultato quest’ultimo aspetto che, in perfetta sintonia con il processo di costituzione delle reti del volontariato avviato di recente dal CSV Basilicata, ha contribuito a rafforzare e ad implementare, laddove necessario, il legame e la coesione tra le diverse organizzazioni. Anzi la scelta metodologica di prevedere un ampio coinvolgimento delle associazioni nelle diverse fasi organizzative, ha rappresentato per molti versi un banco di prova della capacità delle medesime di mettere da parte le proprie individualità e di intravedere nella possibilità di veicolare alla comunità un messaggio trasversale rispetto al valore sociale della solidarietà e della cittadinanza attiva, la più alta finalità da conseguire attraverso una manifestazione di questo genere, finora del tutto inedita nel contesto locale. Nei vari incontri preliminari svoltisi presso la Delegazione di Matera del CSV, le associazioni hanno fornito un valido contributo all’organizzazione della festa, così come prezioso si è rivelato il loro tempestivo intervento a fronte di piccole emergenze verificatesi nel suo pieno svolgimento. Nei dodici stand opportunamente attrezzati dal CSV e suddivisi in base agli ambiti di azione delle associazioni (socio-sanitario, culturale, ambientale, tutela dei diritti umani) si sono avvicendati numerosi volontari che hanno esposto e distribuito materiale informativo e che, nel contatto con la cittadinanza, hanno potuto ribadire le motivazioni della propria presenza e del proprio ruolo all’interno del contesto sociale, stabilendo un rapporto dialettico in cui ciascuno si è riscoperto parte integrante di un insieme pur variegato e diversificato.
Nell’approntare il programma, il CSV Basilicata ha tenuto conto di molteplici esigenze, rispettose sia della volontà di trascorre questi due giorni nel clima accogliente e familiare della Festa, sia dell’opportunità di favorire momenti di dibattito e di confronto con i rappresentanti istituzionali. Nel corso dell’inaugurazione, tenutasi sabato 24 maggio presso la Mediateca provinciale di Matera, e durante la Tavola Rotonda svoltasi domenica 25 maggio, non sono mancati spunti di riflessione e di approfondimento su alcune delle tematiche cruciali in riferimento alle politiche sociali e agli assetti prospettati dai nuovi sistemi di welfare. Nel corso della Tavola Rotonda dal titolo “La rete integrata dei servizi sociali: ruolo delle Istituzioni e delle associazioni di volontariato”,
si è discusso in particolare della recente Legge Regionale integrata dei servizi di cittadinanza sociale (L. R. N. 04/07), che ridefinisce il sistema di welfare regionale a partire da un'idea di sviluppo inteso come punto di equilibrio tra crescita economica, democrazia partecipativa e coesione sociale.
La due giorni, che ha fatto registrare complessivamente circa 2000 presenze, si è conclusa con il concerto del Coro polifonico dei Cantori materani “Le note della solidarietà”, dedicato al ricordo di Carlo Lombardo, un volontario prematuramente scomparso, che nella sua intensa attività di collaborazione con il CSV e con l’associazionismo locale, aveva più volte espresso la volontà di dare vita all’idea della Festa del Volontariato. Quell’idea, alla stregua di un seme lanciato in un terreno fertile e fecondo, non sta mancando di dare i suoi primi frutti, come dimostrano le numerose collaborazioni già avviate da associazioni conosciutesi sotto gli stand, a conferma di come l‘opportunità di “fare rete” venga oggi percepita quale strategia vincente per rispondere in modo più efficace ai bisogni della comunità.

"VOLONTARIATO" è una pubblicazione mensile curata dal CSV (Centro Servizio al Volontariato) di Basilicata.

HOME PAGE | STORIA | PROGETTI ed EVENTI | ASSOCIAZIONI | ALBUM FOTO | CONTATTI | Mappa del sito

Cerca nel sito
Sono le ore di

Torna ai contenuti | Torna al menu